MOSTRA PERSONALE / JOVAN ŠUMKOVSKI: „PRIMO PANELLO“

8.-31.7.2017, CMM

Apertura della mostra , sabato 8.7. alle 21, CMM
Orario di apertura: dalle  10.00 alle 12.00, 20.00-22.00,  domenica e festività chiuso

Jovan Šumkovski, 1962, Skopje
Ha conseguito laurea e master presso la Facoltà di Belle Arti di Skopje.  Ha allestito una ventina di mostre personali a Skopje, Belgrado, Sofia, Sarajevo, Venezia, Bruxelles, Parigi, New York, San Paolo, Alessandria… Ha partecipato a un centinaio di manifestazioni artistiche collettive. Le sue opere sono incluse nelle più importanti presentazioni della scena artistica macedone all’estero e nelle mostre permanenti del MSU/MAC e della Galleria nazionale di Skopje, di varie istituzioni e raccolte private.Insegna alla Facoltà di belle arti di Skopje dal 2002.
La mostra Passato recente … E una anticipazione di Jovan Šumkovski è parte di un progetto di presentazione a lungo termine degli eccellenti risultati conseguiti dagli autori macedoni nell’ambito del panorama artistico internazionale contemporaneo. Questa mostra è un piccolo spaccato retroattivo (dagli anni novanta ad oggi) inteso ad illustrare il messaggio concettuale e visivo quale continuo processo del suo operare in modo specifico, con grande inventiva, una piccola retrospettiva multimediale (video, fotografie, oggetti…) composta di alcune unità, attuale, provocatoria e fresca nell’ideazione e nella realizzazione. Il progetto comprende opere nate in periodi diversi in cui si anticipavano in modo accurato e continuo lavori, fasi e messaggi successivi, compreso il concetto di artefatto quale determinante spaziale e temporale. E come speculazione immaginativa fondata sulla memoria dei valori fondamentali, essenziali, realtà che costituiscono il riepilogo delle sue reazioni e di punti, situazioni ed eventi basilari nel panorama globale. In tale senso rende attuale il passato, registra il presente ed anticipa il futuro.Šumkovski è un autore dall’interpretazione cinica ed ironica, spiritoso nell'elaborazione figurativa, che si difende dalla realtà traumatica con una dose di umorismo sottile e mentalmente impegnativo. Le sue opere sono documenti temporali in cui gli artefatti contraddistinguono passato, presente e futuro. È un concetto di TEMPO successivamente intaccato dalla BRAMA DI POTENZA dell'uomo, mentre unità di misura e relazioni sono soltanto il prisma attraverso cui stabilire una nuovi criteri di misurazione (valori) tra l'uomo e il mondo.

Partner